La casa

La Ostaria Posta

La famiglia Tolpeit vi invita a trascorrere una vacanza indimenticabile nelle Dolomiti. Il nostro hotel è situato a Piccolino, a 1 km da San Martino in Badia, nel mezzo della bellissima Val Badia, e quindi in una posizione ideale per intraprendere innumerevoli passeggiate ed escursioni nelle Dolomiti.

 

 

Si tratta di un albergo antico, ma ristrutturato completamente con molta cura, la cui atmosfera famigliare incanta i nostri ospiti. Il punto forte della nostra struttura è la cucina curata e la nostra ben fornita cantina dei vini. Siamo anche molto orgogliosi dell’ampio giardino allettante, in quanto offre una zona relax incantevole con vista panoramica sulle Dolomiti.

 

 

 

 

Nell’ampliamento “Ara Nöia” sono situate le spaziose camere deluxe e le suite come anche un’area benessere con sauna finlandese, bagno turco, cabina a infrarossi ed un invitante locale relax.

 

 

In estate siamo lieti di poter servire ai nostri ospiti erbe, insalate e alcune delle verdure che crescono nel nostro orto. L’orto ci rifornisce naturalmente anche di fiori freschi.

 

 

125 anni di storia

Chi avrebbe immaginato nell’anno 1895, quando Peter (Pire) Videsott costruì l’Ostaria Posta contemporaneamente alla strada della Val Badia, che il turismo della vallata si sarebbe evoluto in tal modo. All’epoca, l’unico movimento in valle proveniva dalle carrozze della posta, le quali portavano giornalmente la posta, alcuni pochi passeggieri e dei viveri.
Gli anni passarono. La strada venne ampliata più volte, le due Guerre Mondiali furono superate e ad un tratto sempre più ospiti –inizialmente solo d’estate – iniziarono a visitare la nostra casa.

 

 

 

Tesori degli ultimi 125 anni

 

Fino all’anno 1976 mëda Angela (zia Angela, figlia di Peter Videsott) gestiva l’Ostaria. Dopodiché Paola, sua nipote, prese in mano la gestione insieme a suo marito Matî Tolpeit. Seguirono suo figlio Paolo con la moglie Margareth, che attualmente conducono l’hotel insieme al figlio Philipp con Manuela e chissà, forse un giorno continueranno i loro figli Lena e Matî.
Tante sono le cose che in questi oramai 125 anni sono cambiate, innumerevoli modifiche e ammodernamenti – fatta eccezione delle mura della casa, della stufa di maiolica al bar e dei mobili antichi – hanno cambiato il viso dell’Ostaria. Però ancora oggi entrando nella nostra casa si sente un’atmosfera storica.